Cosa vedere a Hanoi

Sulle sponde del Fiume Rosso, con le sue meraviglie architettoniche e una storia fatta di dominazioni, influenze culturali e guerra, troverete Hanoi, la capitale del Vietnam.

Non avrete problemi ad arrivare ad Hanoi in aereo. La città vietnamita è infatti servita da un aeroporto internazionale, quello di Noi Bai, nel quale fanno scalo numerose compagnie.

Hanoi, nome che nella lingua locale significa “la città al di là del fiume“, è una metropoli che conta una popolazione di più di tre milioni di abitanti e che vide la luce come primo insediamento urbano già nel primo secolo dell’anno Mille.

Tra le maggiori attrazioni della città vi è la Pagoda di Chua Môt Côt costruita agli inizi dell’anno Mille per opera dell’imperatore Lý Thái Tông e caratterizzata da un pilastro che ne regge l’intera struttura. Nel centro della città ammirerete invece il Teatro di Hanoi, una costruzione più recente (siamo agli inizi del Novecento) e di chiara influenza europea. Il teatro fu infatti edificato durante la dominazione francese e non ha niente da invidiare ai sontuosi edifici parigini (soprattutto all’Opéra Garnier de Paris di cui è praticamente una copia).

Decisamente sbalorditiva è la Cattedrale di San Giuseppe, una chiesa cattolica dell’Ottocento in stile neogotico, anch’essa figlia dell’influenza europea (francese per l’esattezza).

Simbolo della città asiatica è però senza dubbio il Mausoleo di Hô Chi Minh, simile, per certi versi, a quello che nella Piazza Rossa di Mosca accoglie le spoglie di Lenin. Il corpo sapientemente imbalsamato di Hô Chi Minh, leader vietnamita e fondatore della Repubblica Democratica del Vietnam, riposa all’interno di una teca di vetro in questo enorme edificio di granito grigio inaugurato nel 1975.

Tra gli edifici religiosi di culto cattolico oltre alla già citata Cattedrale di San Giuseppe, spicca la Chiesa dei Martiri, una costruzione in Art Déco degli anni Trenta del Novecento, e la Chiesa di Sant’Antonio da Padova.

Hanoi, con i suoi molteplici stili ha saputo trasformare in ricchezza alcune delle più profonde cicatrici inferte dalla storia.

Una città e un paese che sapranno conquistarvi.

 

 


Commenti