Un giro nei musei a Monaco di Baviera

Conosciuta dai turisti e dagli amanti della birra per essere sede dell’Oktoberfest, Monaco è dal punto di vista architettonico e culturale una delle città più importanti dei paesi di lingua tedesca. Capitale della Baviera, nel sud della Germania, Monaco  fu distrutta quasi interamente durante la seconda guerra mondiale e poi ricostruita scrupolosamente seguendo il modello originario degli edifici più importanti.

Monaco ospita musei importantissimi. Chi ama l’arte in tutte le sue forme dovrà necessariamente visitare la Neue Pinakothek che accoglie opere di grandi artisti del XIX secolo tra cui Francisco Goya,  Jacques-Louis David, Paul Cézanne, Paul Gauguin, Pierre-Auguste Renoir, Antonio Canova, Edvard Munch, Egon Schiele, Gustav Klimt, Edgar Degas. Tra le opere più celebri qui conservate vedrete una delle versioni dei Girasoli di Van Gogh e Il Terrapieno di Cézanne.

Per ammirare capolavori dell’arte antica dovrete invece andare in visita alla Alte Pinakothek, situata nel quartiere di Kunstareal. La Pinacoteca Antica accoglie migliaia di dipinti di artisti europei risalenti al periodo che va dal XIII al XVIII secolo. Qui potrete vedere opere di Albrecht Dürer, Giotto, Antonello da Messina, Botticelli, Filippino Lippi e Beato Angelico. La Ante Pinakothek custodisce inoltre un’ampia collezione di opere di Rubens tra cui spicca Il Grande Giudizio Universale, conservato in una sala creata appositamente per accoglierlo.

Gli amanti dell’arte moderna non rimarranno delusi. Nella Pinakothek der Moderne, il primo grande museo di arte contemporanea dell’intera Germania, sono infatti esposti capolavori di artisti e designer di fama mondiale tra cui August Macke, Max Ernst, Joseph Beuys, Pablo Picasso, Georges Braque, Umberto Boccioni, Henri Matisse, Otto Dix, René Magritte, Joan Mirò, Francis Bacon e Salvador Dalì.

Chiuso al pubblico fino al 2014 per lavori di ampliamento è invece il Lenbachhaus, un museo sito nella Luisenstraße 33 e che conserva opere di grandi artisti dall’Ottocento a oggi. Alla riapertura potrete vedere esposte opere del gruppo  d’avanguardia Der Blaue Reiter (“Il cavaliere azzurro”) che contrassegnò l’arte di Monaco nel primo Novecento.

Infine nella Glyptothek e nella  Staatliche Antikensammlungen vederete una prestigiosa collezione di opere d’età arcaica, etrusca, greca e romana che non ha pari in tutta la Germania.


Commenti